TUSCIA

CAPODANNO NELLA TUSCIA: IL FASCINO
INESPLORATO DI ANTICHI BORGHI
dal 30 Dicembre al 2 Gennaio 2022

1° giorno
Ritrovo dei partecipanti, sistemazione in pullman Gran Turismo e partenza, via autostrada, per il Lazio. Pranzo libero lungo il percorso. Nel pomeriggio arrivo a Tarquinia. Incontro con la guida e visita della bellissima  cittadina del Lazio settentrionale, ricca di monumenti medioevali, soprattutto famosa per la sua Necropoli Etrusca, con le suggestive tombe dipinte di fama internazionale. Il centro storico di Tarquinia è un piccolo gioiello medievale circondato da mura e torri. Passeggiando per le stradine del borgo ci si imbatte in chiese romaniche, palazzi quattrocenteschi, antiche fonti ed edifici storici immersi in panorami mozzafiato. Al termine trasferimento in
hotel, sistemazione nelle camere riservate, cena e pernottamento.
2° giorno
Prima colazione in hotel, partenza per Caprarola. Incontro con la guida e visita guidata di Palazzo Farnese, la più grande opera del Rinascimento italiano ed uno dei Monumenti della Tuscia più noti a livello Nazionale e Internazionale. Proseguimento per Civita di Bagnoregio e, all’arrivo, pranzo libero. Nel primo pomeriggio visita guidata al famoso Borgo arroccato su uno sperone di argilla e tufo, nota come “la città che muore” a causa della lenta erosione da parte degli agenti atmosferici che col tempo fanno sgretolare gli strati su cui la Civita è costruita. Il piccolo borgo conta solamente una decina di abitanti a cui si accede, esclusivamente a piedi, attraverso un ponte molto alto e lungo circa 1 km. Il Belvedere offre un affaccio privilegiato su Civita di Bagnoregio. Da qui è possibile portare a casa le migliori fotografie. Continuando basta scendere qualche decina di gradini e ci si trova a Mercatello. Da qui si inerpica il ponte che porta dritto nel cuore della perla dei Calanchi.
Un borgo etrusco, con più di 2mila anni di storia sulla schiena. Diversi crolli, registrati nel corso dei secoli, hanno fatto sprofondare nella valle chiese e strutture bellissime. Purtroppo perse per sempre. Ma è forse proprio questo senso di precarietà, di fragilità, a rendere ancora più suggestivo questo luogo. Si entra da Porta Santa  Maria, dove da secoli fanno la guardia dei leoni con una testa umana tra le zampe. Nell’oreficeria francese è custodita una reliquia di San Bonaventura.
Al termine trasferimento in hotel, preparativi per l’ultimo giorno del 2021. Cenone di Capodanno e brindisi per salutare il nuovo anno. Pernottamento.

3° giorno
Prima colazione in hotel, e verso la tarda mattinata trasferimento a Viterbo. Incontro con la nostra
guida e visita della meravigliosa “Città dei Papi”. Viterbo con un ricchissimo patrimonio storico-artistico:
(visite esterne) il Palazzo dei Papi, il Duomo, La Piazza di S. Lorenzo, il Quartiere Medievale di San
Pellegrino che, grazie alla sua particolarità, viene spesso scelto quale set di film e spot pubblicitari.
Viterbo è definita da secoli la città dei Papi, in memoria del periodo in cui la sede papale fu appunto
spostata in questa città che ancora porta i segni di quel fasto, pur avendo origini ancora più antiche. La
“Città dei Papi”, capoluogo di antica origine etrusca e di grandi tradizioni storiche, conserva un assetto
monumentale tra i più importanti del Lazio: aristocratici palazzi, monumenti ricchi di opere d’arte di
spiccato interesse, suggestivi quartieri medievali, chiese e chiostri di varie epoche, torri slanciate ed
eleganti fontane in peperino (la tipica pietra delle costruzioni viterbesi). Il nucleo storico iniziò a
svilupparsi verso l’anno 1000 intorno all’antica Castrum Viterbii sul Colle del Duomo e nel breve volgere
di poco più di due secoli, raggiunse uno sviluppo talmente notevole da contendere alla vicina Roma
l’onore e l’orgoglio della sede papale. E’ cinta da alte mura medievali merlate e da massicce torri
(costruite dal 1095 al 1268), ancora oggi pressoché intatte, con accesso da 8 porte. Quest’area
raccoglie, in maniera sintetica, la storia di Viterbo dai primi insediamenti fino all’epoca attuale. Pranzo
libero. Nel pomeriggio proseguimento per Tuscania, visita guidata della pittoresca cittadina posta sopra
un ripiano tufaceo, tra profondi burroni. Visita della Chiesa di S. Maria Maggiore, e del suo caratteristico
centro storico circondato dalle sue mura. Al termine rientro in hotel, cena e pernottamento.

 

4° giorno
Prima colazione in hotel, check out dal€l’hotel e trasferimento a Bolsena, Visita guidata della cittadina
medievale e del suo bellissimo lago, di origine vulcanica. Osservando Bolsena e il suo lago, si ha subito
l’impressione che la natura si sia impegnata nel rendere questa terra unica: un luogo in cui i principali
elementi si sono fusi assieme costruendo un panorama irripetibile. Pranzo libero. Nel pomeriggio
partenza in pullman per il rientro in tarda serata nelle località di partenza.

A PARTIRE DA 600 € (SUPPLEMENTO CAMERA SINGOLA 110€)

La quota comprende:

viaggio in bus GT, sistemazione
in hotel 3* zona Tuscia, trattamento di mezza pensione
con acqua e vino ai pasti, visite guidate di mezza
giornata il 1° e il 4° giorno – 1 giornata intera di visita il
2° e il 3° giorno, Cenone di Capodanno con Musica dal
vivo (se le normative lo permetteranno), 1 pranzo al
sacco per il 1° Gennaio, assicurazione medico/bagaglio
COVID-19
La quota non comprende: tassa di soggiorno mance
ed extra in genere, pranzi, ingressi pari a 20€ da pagare
alla prenotazione, assicurazione annullamento,